Quantità minima di carboidrati per lo zucchero del cervello

Il corpo ha bisogno di carboidrati per fornirlo con energia. Può anche utilizzare proteine ​​e grassi per alcune delle sue necessità energetiche, ma i carboidrati sono la fonte di energia preferita per il tuo cervello. Carboidrati gravemente limitanti possono influenzare la funzione del cervello. Ad esempio, uno studio pubblicato in “Appetite” nel febbraio 2009 ha scoperto che i dieters a basso contenuto di carboidrati hanno peggiorato un test di memoria rispetto alle persone che seguono una dieta equilibrata e ridotta di calorie.

Le raccomandazioni variano in base a quale percentuale di calorie si dovrebbe ottenere dai carboidrati. MedlinePlus consiglia di consumare dal 40% al 60% di calorie da carboidrati. L’Organizzazione mondiale della sanità e l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite raccomandano di ottenere almeno il 50 per cento delle vostre calorie da carboidrati, riducendo la loro gamma raccomandata in passato dal 55 al 75 per cento delle calorie, in un articolo pubblicato nella “European Journal of Clinical Nutrition “nel 2007.

Il sito web dell’Università del Maryland Medical Center rileva un minimo assunzione di carboidrati da 100 grammi a 150 grammi al giorno. L’Istituto di Medicina, l’organizzazione che stabilisce le indennità dietetiche raccomandate per i nutrienti, raccomanda di consumare almeno 130 grammi di carboidrati al giorno. Per la maggior parte delle persone, questo è ancora al di sotto della percentuale raccomandata di calorie da carboidrati. Se hai consumato 1.200 calorie al giorno, 130 grammi di carboidrati costituirebbero il 43% delle vostre calorie, ma sarebbe solo il 26% delle vostre calorie giornaliere se hai consumato 2.000 calorie al giorno.

Quando limitate il consumo di carboidrati, otteniate i vostri carboidrati da alimenti ricchi di sostanze nutritive come grani interi, legumi, frutta e verdura e riducete la quantità di dolci, dessert e grani raffinati che mangiate. Questi alimenti raccomandati tendono ad essere bassi sull’indice glicemico, il che significa che non causano grossi picchi nei livelli di zucchero nel sangue e possono essere meno probabilità di causare un aumento di peso.

La scelta di carboidrati ad alto contenuto di fibre e quindi basse di densità di energia o di calorie al grammo può aiutare a sentirsi più a lungo e a limitare il rischio di guadagno di peso. Mangiare più grani interi, legumi, frutta e verdura può anche abbassare il rischio di malattie cardiache, secondo l’articolo del 2007 “European Journal of Clinical Nutrition”.

Assunzione consigliata

Importo minimo consigliato

Tipi migliori

Benefici alla salute