C’è caffeina nel tè chai?

Se ti piace una tazza di tè chai pesante sulle spezie o preferisce una miscela più mellifera, puoi essere sicuro che contiene tè nero – e il tè nero contiene caffeina. Naturalmente, è possibile acquistare sacchetti di tè chaiseinati, ma se è fatto con foglie di tè nero naturale, avrai una caffeina insieme a tutte le spezie.

Ingredienti nel tè di Chai

Le bevande americane sanno come tè chai originato in India, dove si chiama masala chai, o tè piccante. Masala si riferisce ad un mix di qualsiasi numero di spezie tradizionali indiane, ma il tè chai è di solito composto da cinque tipi. Il sapore speziato dominante, e la base del tè, è il cardamomo verde. Inoltre, la maggior parte delle miscele di tè chai includono cannella, zenzero, pepe nero e semi di finocchio. Naturalmente, ognuno ha una miscela preferita, in modo da poter anche trovare anche chiodi di garofano, anice stellato o semi di coriandolo aggiunti al mix. Le spezie vengono preparate insieme al tè nero. È possibile utilizzare qualsiasi tipo – Assam, Ceylon, Darjeeling nero o Colazione inglese. Una volta preparata, gli ultimi due ingredienti in una tazza di tè chai sono latte e dolcificante, come il miele. Il latte può essere miscelato con l’acqua e utilizzato durante il processo di fermentazione, oppure è possibile aggiungerlo al tè dopo che è completamente preparato.

Contenuto di caffeina del tè di Chai

Il tè nero contiene naturalmente la caffeina, il che significa che anche la tazza di chai lo ha, a meno che non si usi il tè decaffeinato. È difficile inchiodare la quantità precisa di caffeina per tazza – dipende da quanti tè nero è stato utilizzato e quanto tempo è stato preparato il tè prima che la sacca di tè chai sia stata rimossa o che i fogli di tè siano stati tirati fuori. Ma anche con queste variabili, è possibile stimare il contenuto di caffeina: una tazza di tè nero da 8 once che viene preparata per 3 minuti ha 30-80 milligrammi di caffeina, riferisce il Centro per la Scienza nell’interesse pubblico. Il tè di Chai cade nella stessa gamma del tè nero generico, poiché 1 tazza di latte di tè chai di marca ha quasi 50 milligrammi di caffeina. Per confronto, la stessa quantità di tè verde ha 35-60 milligrammi, mentre una tazza di caffè varia da 75 a 150 milligrammi.

Raccomandazioni sulla caffeina

Fino a 400 milligrammi al giorno è considerato una moderata quantità di caffeina per la maggior parte delle persone sane, osserva MedlinePlus. I ricercatori hanno scoperto che la genetica può influenzare la capacità di ogni persona di tollerare la caffeina, per cui alcune persone sono più sensibili degli altri. La caffeina stimola il sistema nervoso centrale, rendendo più attento e stimolante l’attenzione. Ma quando si ottiene più di quanto il tuo corpo possa gestire, la caffeina interferisce con il sonno e ti fa sentire nervoso e ansioso: le donne in gravidanza dovrebbero limitare l’assunzione di caffeina a 150 milligrammi a 300 milligrammi al giorno, riferisce l’associazione americana di gravidanza. L’APA suggerisce di evitare il più possibile la caffeina durante la gravidanza, comunque. Uno studio che ha valutato il consumo di caffeina di oltre 59.000 donne durante la gravidanza ha rilevato che la caffeina è stata associata ad un basso peso alla nascita, ha riferito BMC Medicine nel febbraio 2013. Un altro gruppo di ricercatori ha esaminato la caffeina consumata dal tè giapponese e cinese durante la gravidanza Che consumano più caffeina mettere le donne a rischio di avere neonati pretermine. Nessuno delle erbe in tè chai sono elencati come non sicuri per l’uso durante la gravidanza dall’APA. Lo zenzero fresco può anche contribuire ad alleviare la nausea e il vomito causato dalla malattia di mattina. Ancora, è meglio parlare con il medico prima di consumare le erbe o la caffeina quando sei in stato di gravidanza o in infermiera.

Benefici di salute dal tè nero

Tutti i tipi di tè contengono flavonoidi, che sono antiossidanti naturali che proteggono le cellule del corpo da danni causati da molecole instabili. I flavonoidi nel tè nero – theaflavins e thearubigins – sono diversi da quelli del tè verde, ma sono ancora associati a benefici per la salute. In studi di laboratorio, iaflavini hanno arrestato la crescita delle cellule tumorali ovariche, secondo la ricerca anticancro nel febbraio 2016. Un altro studio ha scoperto che gli uomini che bevevano 5 o più bicchieri di tè nero ogni giorno avevano un rischio minore di sviluppare il cancro alla prostata di fase avanzata rispetto agli uomini che avevano 1 Tazza o meno ogni giorno, ha riferito l’American Journal of Epidemiology nel giugno 2013. Il tè nero può sostenere la perdita di peso, ma le prove finora sono giunte solo da studi di laboratorio che utilizzano soggetti animali. Ad esempio, i topi di laboratorio hanno bruciato significativamente più calorie dopo aver ottenuto una dose di theaflavins dal tè nero, ha rilevato uno studio pubblicato in PLoS One nel settembre 2015. Inoltre, uno studio 2011 in Nutrition ha riferito che i topi alimentati con una dieta ad alto contenuto di grassi hanno guadagnato meno peso quando Consumavano flavonoidi del tè nero. Mentre questi studi mostrano promesse, attendere che la ricerca usando persone – e il tè effettivamente preparato al posto dei flavonoidi isolati – produce risultati simili prima di contare sul vostro tè chai per aiutarti a diminuire i chili.